Poco dopo l'1.00 dell'11 ottobre 2008, il governatore Jörg Haider si mette alla guida della Volkswagen Phaeton di servizio per recarsi nella sua Bärental, pochi chilometri a sud di Klagenfurt. Dal centro città imbocca la Rosentalerstraße in direzione Loiblpaß. In località Lambichl, comune di Köttmannsdorf, all'incirca all'1.15, lo schianto.

L'unica testimone, poi sparita nel nulla, racconta alla polizia che una grossa auto l'ha sorpassata poche centinaia di metri prima del luogo della tragedia a velocità elevata. Quando la donna arriva sul posto trova una fitta nebbia (notare che era una notte SENZA nebbia, infatti si è alzata solo alla mattina), si spaventa e pensa di telefonare al marito o compagno, non si capisce bene, PRIMA che ai soccorsi!!! Quando questo arriva, dice che ormai non c'è più niente da fare (no comment!).

La versione ufficiale parla di una velocità di 142 km/h in un tratto con limite 70 e di 1,77 per mille di alcool nel sangue del conducente, quindi di colpa del guidatore. Si dice che la macchina si sia ribaltata, poi si dice di no. Si parla di alberi troncati ad un altezza di più di 3 (!) metri, di un idrante, di un pilone di cemento e di una recinzione. La vittima sembra presentasse ferite mortali alla base della testa e sul petto, ed il braccio sinistro quasi staccato. L'auto appare schiacciata sulla parte anteriore sinistra, sopra al guidatore, come se un grosso peso le fosse passato sopra, piegando quasi completamente il telaio. Il cofano presenta misteriosi buchi ed anche sul tetto se ne può notare uno (l'auto poi ispezionata dall'autore del libro Jörg Haider: Unfall, Mord oder Attentat?” G. Wisnewski non presenta più il buco sul tetto!!!). La ruota anteriore sinistra sembra come scoppiata. La parte posteriore è praticamente intatta. Le targhe sono sparite così come altre parti. Le portiere anteriore e posteriore sinistra, divelte dal resto dell'auto, sono a terra dalla parte opposta di dove dovrebbero trovarsi praticamente senza danni, come se qualcuno le avesse smontate. Poi misteriosi segni sullo schienale del sedile del conducente, assenza di sangue, eccetto pochissime piccolissime gocce, nonostante il braccio quasi staccato. Il famoso idrante che non esiste, non c'era neanche una fuoriuscita d'acqua dal punto in cui avrebbe dovuto trovarsi, il pilone di cemento che altro non è che una colonnina di recinzione di un giardino alta circa venti centimetri! E poi mille altre cose ancora senza spiegazioni, domande senza risposta riguardo la macchina, il luogo, e soprattutto il povero Haider.

 

Quello che è certo è che tutto è stato fatto in fretta: in fretta l'autopsia, in fretta le indagini, per poi procedere con la cremazione che ha definitivamente impedito la possibilità di ulteriori indagini.

A riguardo vi consigliamo il citato libro, purtroppo solo in lingua tedesca.

 

Qui sotto una ricostruzione dell'incidente fatta da una televisione tedesca, RTL. Se una persona si reca a Lambichl dopo aver visto questo breve video, si renderà conto di persona della follia pura della mente che ha ideato questa sequenza!

 

 

 

Se volete saperne di più iscrivetevi al nostro forum!